Photo-little

Obiettivo

Il progetto “1caffèx2” (uncaffèperdue=casa) è finalizzato a dare sostegno nella quotidianità alle persone che soffrono di problemi di salute mentale, per aiutarle a non sentirsi sole e a vivere una vita caratterizzata da una maggiore autonomia. La raccolta sarà rivolta alla copertura di alcune delle spese vive relative all'abitare di persone che altrimenti non sarebbero in grado di sostenerle (bollette, affitto…). I fondi raccolti verranno aggiunti a quelli che l’Ambito Territoriale di Bergamo eroga rivolti al sostegno di progetti di abitazione; i beneficiari di questi fondi sono circa 12 persone l’anno ma i bisogni del territorio sono molto più ampi. La campagna “1caffèx2” intende anche promuovere un nuovo stile di pensiero che miri a cambiare il modo in cui si sentono le persone, ma anche il modo di gestire le notizie riguardo la salute mentale. Se non ci sarà più paura di confrontarsi con la malattia mentale non ci sarà più motivo di veicolare una informazione negativa che alimenta la spirale della malattia e del dolore. Da un lato, si vuole offrire un caffè virtuale per "perdere" del tempo con le persone che soffrono di solitudine e allontanamento dalle altre persone a causa del loro disagio, dall'altro ci si vuole prendere cura della casa intesa come fondamenta di dignità e normalità per una vita che alla solitudine sostituisca il calore di reti sociali e, quando possibile, familiari.

La prima iniziativa della campagna di sensibilizzazione è stata la realizzazione dello spettacolo teatrale “Cleofe” il 7 novembre 2015 presso il Teatro Sociale di Città Alta, a cura dell’Associazione di familiari e volontari “Piccoli Passi Per…”, con il coinvolgimento di alcuni pazienti in qualità di attori.

Introduzione Generale

L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che i disturbi mentali siano ai primi posti come carico di sofferenza e di disabilità per la popolazione e che tendano all’aumento nei paesi industrializzati. Recenti studi indicano che in Italia poco meno del 10% della popolazione soffre, nell’arco di un anno, di uno dei disturbi mentali più frequenti, quali depressione e ansia, mentre poco meno dell’1% della popolazione soffre di disturbi meno frequenti, più difficili da capire e spesso più gravi. Spesso di fronte al disturbo e, soprattutto, alla malattia mentale, l’atteggiamento più diffuso è quello della paura e della diffidenza, comportamenti che portano a mettere un’etichetta, un marchio di condanna sulle persone, che le conduce alla solitudine e all’isolamento. In questo modo la salute mentale diventa un problema di modi di pensare, di schemi di pensiero che nel tempo si sono “cristallizzati”, imprigionando le persone in stereotipi difficili da superare.

Come Lavoriamo

L'Associazione “Piccoli Passi Per….” è nata nel 1996 da un piccolo gruppo di familiari di persone con disturbi psichici che, attraverso l’esperienza dell’automutuoaiuto, avevano acquisito da un lato maggiore capacità di convivenza con la difficile quotidianità della malattia, dall’altro una maggiore consapevolezza sia dei problemi di malati e famiglie che dei loro diritti. Da qui la volontà di assumere come familiari un ruolo nuovo, attivo, di unire le forze per favorire una migliore qualità di vita delle persone con sofferenza psichica, tutelarne i diritti di cittadinanza, sostenere la famiglia, incentivare la cultura dell’accoglienza e della prossimità. Oggi Piccoli Passi Per…accoglie tra i suoi soci familiari, utenti, volontari, sostenitori. Non più “solo” portatori di bisogni ma anche di risorse, umane ed economiche, per progetti condivisi con le istituzioni e le comunità locali, pienamente consapevoli che alla complessità e multifattorialità dei bisogni delle persone con disagio psichico si possono dare risposte adeguate solo attraverso Reti di Cura e Sostegno, dove “cura” sta per “prendersi cura” della persona nella sua unicità e interezza.

Chi siamo

Piccoli Passi Per... è un'Associazione di Volontariato Onlus che offre ai sofferenti psichici e ai loro familiari, associati e no, del territorio in cui opera, la prestazione del lavoro gratuito dei suoi soci.

Il Tavolo Salute Mentale dell’Ambito Territoriale 1 di Bergamo avanza proposte e prospetta soluzioni per quanto riguarda i problemi inerenti il disagio psichico che, va ricordato, interessa un numero di persone in forte e continuo aumento, spesso molto giovani. Il Tavolo raggruppa enti e soggetti impegnati, per motivi diversi, nell’area della salute mentale, favorendo il confronto delle idee e dei punti di vista delle istituzioni, cooperative e associazioni presenti nel territorio.
La presenza dell’Associazione al Tavolo Ambito 1 ha lo scopo di:

• portare la voce degli utenti dei servizi, almeno fino a quando non vi sarà nel Tavolo un'apposita rappresentanza;

• far presente le esigenze dei familiari;

• fornire contributi alla luce dell’esperienza maturata in questi anni;

• collaborare alla realizzazione di iniziative.

Partecipano al Tavolo: A.S.S.T. Papa Giovanni XXIII, ATS di Bergamo, Provincia di Bergamo, Comuni di Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole e Torre Boldone, Sert, Cooperative Sociali, Caritas, Nuovo Albergo Popolare, Associazione “Piccoli Passi Per….”.

Perchè serve

Ogni persona affetta da disturbo mentale è un cittadino con gli stessi diritti e doveri di tutti gli altri, una persona che vive una malattia che non deve diventare un marchio di pericolosità e inadeguatezza sociale. Con questa campagna vogliamo quindi agire su due fronti: combattere lo stigma verso la malattia mentale e dare un aiuto concreto alle persone in quelle situazioni in cui la nostra società dimostra di non essere ancora in grado di dare loro la fiducia che meritano.

Dove Siamo/Dove Operiamo

Piccoli Passi Per... opera principalmente nel territorio che afferisce all’A.S.S.T. Papa Giovanni XXIII di Bergamo (Unità Operative di Psichiatria 1 e 2) e agli Ambiti Territoriali 1 e 2. Nel tempo l’attività dell’associazione si è allargata ad altre realtà territoriali a livello provinciale.

3040 € su 3000 €

Sostenitori